Influenza del cibo nella pittura

influenza del cibo nella pittura

Influenza del cibo nella pittura

L’Influenza del cibo nella pittura, la noti ogni volta che ti imbatti in dipinti di nature morte raffiguranti cose come pane, frutta e verdura.
Questi dipinti, sono il risultato di una lunga tradizione di cibo nell’arte.

Studi storici dimostrano che i greci e i romani erano orgogliosi della rappresentazione realistica del cibo nelle opere d’arte.
Una ciotola di frutta di vetro era comunemente inclusa nei dipinti romani per vantarsi delle prelibatezze di cui godevano i ricchi cittadini di Roma e della generosa ospitalità che avevano da offrire.

Ancora più indietro, gli archeologi hanno trovato disegni di cibo sui muri delle piramidi egizie. Nell’antica cultura egizia si credeva che quei disegni, attraverso proprietà magiche, avrebbero nutrito le persone passate all’aldilà.

Le cose non sono cambiate molto da allora e puoi acquistare bellissimi dipinti che raffigurano cibi o eventi storici come l’ultima cena in gallerie d’arte o su siti online come ad esempio quello di galleriaesposito.com.

Natura morta durante il Rinascimento

dipinti di natura morta

Durante il periodo rinascimentale, gli oggetti di natura morta furono incorporati nei dipinti a tema religioso.
Il realismo e la meticolosità dei dettagli furono apprezzati e alla fine del XV secolo, quando l’interesse per i dipinti strettamente religiosi diminuì, gli oggetti di uso quotidiano come i vasi di fiori furono uniti alla raffigurazione dei cibi.

In prima linea nel movimento della pittura del cibo c’erano i realisti olandesi, che  varie esposizioni di piatti alimentari su banconi e tavoli.

Paul Cézanne: Natura morta con cesto di frutta

L’artista francese Paul Cezanne (1839-1906) è rinomato per i suoi numerosi dipinti di frutta.
Ha adottato con grande successo il genere della natura morta e le sue illustrazioni sono viste come un misto tra tradizione e moderno: tradizione, perché la frutta e la verdura sono facili da identificare, ma moderne perché sono pensate per essere oggetti decorativi, non rappresentazioni esatte.

L’opera di Cézanne intitolata Natura morta con cesto di frutta è un buon esempio di rappresentazione stilizzata del cibo nell’arte.

Questo magnifico tableau è costituito da un tavolino di legno drappeggiato in un panno bianco che sostiene un cesto contenente diverse mele e pere.
Uno degli elementi moderni più notevoli in questo dipinto è la prospettiva che ha il cesto di frutta.

Il pittore impressionista Vincent Van Gogh (1853-1890) ha aggiunto il suo stile particolare al genere della natura morte.
La sua serie di dipinti sui girasoli è ben nota, ma ha anche prodotto molti dipinti in cui il protagonista era il cibo.

Pittura contemporanea natura morta

Per molti artisti, la ragione di dipingere oggetti così ordinari come il pane o la frutta è semplicemente per dimostrare la loro abilità compositiva, le tecniche di illuminazione o per mostrare quanto bene riescano a far prendere vita a questi oggetti su tela.

Nel secolo scorso, gli artisti come Andy Warhol hanno iniziato a rappresentare anche il cibo più contemporaneo come salse e una raccolta di condimenti su un tavolo colpiti da una luce.

No Comments

Post A Comment