Olio di canola

Olio di canola

Olio di canola

Olio di canola

Di recente ho fatto un viaggio a Saskatoon, Saskatchewan, in Canada, per visitare i campi di colza e conoscere meglio il terzo olio più consumato al mondo.

Avevo molte domande ed ero determinato a smentire o affermare diversi miti di colza che ho sentito negli anni e condividere le risposte che ho scoperto con te. Ma prima, ecco una piccola prefazione per canola:

Canola

Canola

La parola Canola è un nome inventato derivato da “can”, che significa Canada, e “ola” che significa petrolio.

La colza è una vibrante pianta gialla che appartiene alla famiglia Brassica , che comprende cavoli, broccoli e semi di senape.

In effetti, la parte della pianta per la quale la colza è più venerata sono i suoi semi, che producono un olio ricco di grassi monoinsaturi ma contenente la minima quantità di grassi saturi di qualsiasi olio da cucina.

Si ritiene che i grassi saturi consumati in eccesso contribuiscano alle malattie cardiache.

Puoi trovare il colza che cresce principalmente nelle praterie del Canada, dell’Australia e di alcune parti degli Stati Uniti, il colza preferisce crescere in climi che presentano temperature notturne frizzanti.

Mito o verità?

Mito o verità

Non del tutto. Sebbene correlata alla pianta di colza, la colza è stata specificamente progettata negli anni ’70, attraverso l’allevamento vegetale tradizionale, per ridurre notevolmente i componenti spiacevoli della colza: vale a dire acido erucico e glucosinolati.

L’elevata assunzione di acido erucico è stata collegata a problemi cardiaci nei ratti ma ad oggi gli effetti dell’acido erucico sulla salute umana sono meno chiari. Tuttavia, la colza non ne contiene quasi nulla.

I glucosinolati, d’altra parte, sono ritenuti avere benefici per la salute e proteggono da alcuni tipi di tumori. Tuttavia, conferiscono anche un sapore e un odore sgradevoli nell’olio e quindi sono considerati meno desiderabili.

Cerca di ottenere i tuoi glucosinolati dagli altri membri della famiglia Brassica!

Canola è stato creato attraverso la biotecnologia

Non del tutto. Come accennato in precedenza, la creazione della pianta di colza è il risultato dei metodi tradizionali di allevamento delle piante. La biotecnologia come la conosciamo non esisteva negli anni ’70. Tuttavia, la biotecnologia viene utilizzata nell’attuale allevamento di piante di colza e comprende varietà resistenti agli erbicidi. Esistono anche fonti organiche di olio di canola che non coinvolgono la biotecnologia.

Canola è malsano

Canola è malsano

Falso! L’olio di canola figura nell’elenco “Generalmente considerato sicuro (GRAS) della Food and Drug Administration” e reca anche un’indicazione sulla salute del cuore approvata.

Non sono riuscito a trovare studi che mostrino danni quando l’olio di canola veniva consumato con moderazione nell’ambito della dieta umana.

In effetti, ci sono diversi studi che mostrano un beneficio per la salute, tra cui la promozione della crescita normale e lo sviluppo dei neonati quando usati in formula per neonati.

In generale, tutte le forme di olio di canola sono sane, sebbene il loro profilo nutrizionale possa variare.

Tipi di olio di canola

Tipi di olio di canola    

Classico – è la varietà di olio di canola più spesso utilizzato dai consumatori.

È praticamente insapore, a basso odore e vanta un alto punto di fumo, che lo rende un olio da cucina ideale.

Classic contiene anche grassi omega 3 sotto forma di acido alfa linoleico e lo troverai una buona fonte di importanti nutrienti come vitamina E, K e steroli vegetali.

Ciao Oleic – l’olio di canola viene utilizzato da molti ristoranti di servizio rapido come McDonalds, secondo il Canola Council of Canada, a causa del suo punto di fumo ultra elevato e della durata di conservazione più lunga.

Ciò che viene scambiato per una maggiore durata e un punto di fumo più elevato è la riduzione del grasso omega 3 e di altri nutrienti.

L’i-oleico è progettato solo per friggere, quindi è improbabile che lo troverai nel tuo negozio di alimentari locale.

Pressato a freddo (espulsore) – è olio di canola che è stato premuto per rilasciare il suo olio ed elaborato a temperature più basse.

Alcuni oli spremuti a freddo vengono ulteriormente raffinati mentre altri possiedono un colore giallo dorato proveniente dal beta carotene presente in natura.

Tutti hanno i vantaggi della classica colza, ma poiché viene prima premuto e contiene più solidi, ha un punto di fumo più basso.

A differenza delle varietà classiche e hi-oleiche, la spremitura a freddo ha un sapore burroso più caratteristico.

A seconda della sensibilità delle papille gustative, alcuni affermano che possono avere un leggero sapore di pesce attribuito al maggior contenuto di grassi omega 3.

Sia i cuochi che le mamme lo usano per preparare condimenti per insalate, come olio da immersione per il pane, o per l’uso in salse a bassa temperatura a causa del suo punto di fumo più basso.

                    Olio                     Punto di fumo (° F)
Canola (classico) 468
Canola alto oleico 475
Canola Organic Expeller Press 464
Mais 453
Grapeseed 435
Olive Processed 428
Oliva extra vergine 331
Peanut 471
Cartamo 446
Cartamo alto oleico 468
Pressa a freddo per cartamo 334
Soia 453
Girasole 464
Girasole alto oleico 478
Pressa a freddo ad alto contenuto oleico di girasole 388
 

No Comments

Post A Comment