Posizione geografica e struttura ambientale in Guatemala

Il Guatemala si trova in America Centrale. Ha un’area di 108.890 chilometri quadrati, leggermente più piccola dello stato del Tennessee.

A causa del suo clima costantemente temperato, il Guatemala è stato definito il “Paese dell’Eterna Primavera“.

Colture come caffè, zucchero, banane e cacao vengono coltivate sia per il consumo in Guatemala che per l’esportazione.

 

Il Guatemala, con parti del Messico e dell’Honduras, occupa la penisola dello Yucatan, dove si trova la foresta di pianura di Petén, un tempo dimora dei Maya.

I principali problemi ambientali del Guatemala sono causati dalla deforestazione: oltre il 50% delle foreste della nazione sono state distrutte dal 1890.

L’approvvigionamento idrico della nazione è anche a rischio a causa di inquinanti industriali e agricoli.

 

Storia e cibo in Guatemala

La storia del Guatemala è spesso riconosciuta in tre fasi: l’Impero Maya, il dominio spagnolo e la repubblica moderna (che esiste oggi).

Tutti e tre hanno avuto un’influenza sulla cucina guatemalteca.

L’antica civiltà Maya durò per circa seicento anni prima di crollare intorno al 900 D.C. Questi antichi indigeni vissero in tutta l’America Centrale e coltivarono mais come loro prodotto base.

Inoltre, i Maya mangiavano l’amaranto, un cereale per la colazione simile ai cereali moderni.

 

Il Guatemala rimase sotto il dominio spagnolo dal 1524 al 1821.

Piatti tipici spagnoli, come enchiladas, guacamole, tamales e tortillas, iniziarono a farsi strada nella dieta guatemalteca.

All’inizio del XXI secolo, un empanada poteva essere acquistato per circa venticinque centesimi, tortillas di pollo per cinquanta centesimi l’una e un panino con carne bollente per circa settantacinque centesimi.

Anche altri paesi e le loro culture hanno influenzato la dieta guatemalteca, compresi i cinesi. La maggior parte delle città e città guatemalteche ha almeno un ristorante cinese.

 

Divenne indipendente dalla Spagna nel 1821 e lo è tutt’oggi.

Tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento furono istituite piantagioni di banane e caffè.

La canna da zucchero divenne un’altra coltura agricola di successo entro la fine della seconda guerra mondiale (1939-1945).

 

Alimenti dei guatemaltechi

Il Guatemala non ha un piatto nazionale, ma ci sono molti cibi che sono diventati parte della dieta quotidiana.

Proprio come durante il tempo dei Maya, il mais continua ad essere un alimento base.

È più spesso mangiato sotto forma di una tortilla (un pancake sottile di mais).

Questi di solito sono serviti caldi e avvolti in un panno.

I fagioli neri (frijoles), vengono mangiati in quasi ogni pasto.

Di solito sono refried (volteados), purè o semplicemente mangiati intero (parados).

Anche riso, uova e formaggio sono ampiamente consumati.

 

Pollo, tacchino e manzo (arrosto, grigliato o fritto) sono le carni più popolari del paese e sono normalmente accompagnate da fagioli e riso (frijoles con arroz).

Le carni vengono spesso servite in stufati (caldos) o cotte in una salsa piccante di peperoncino. I polli interi possono essere serviti con i piedi ancora attaccati.

Pepián, una spessa carne e verdure in umido, è un piatto comune nella zona di Antigua (una città appena fuori da Città del Guatemala, la capitale del paese).

I frutti di mare sono più comuni lungo le coste e sono solitamente preparati con varie spezie.

 

Altri piatti popolari sono bistec (carne alla griglia o fritta), guacamole (purè di avocado con cipolle e spezie), mosh (porridge), churrasco (bistecca alla brace) e peperoncini rellenos (peperoncini ripieni di carne e verdure).

Frutta fresca e verdura come yucca, carote, piantaggine, sedano, cetrioli e ravanelli aiutano a mantenere sana la dieta guatemalteca.

Tuttavia, anche gli snack, come le ciambelle (donas), sono molto popolari.

 

Il caffè guatemalteco, che viene spesso esportato, è considerato uno dei migliori al mondo.

La maggior parte dei guatemaltechi, tuttavia, tende a bere un caffè debole caricato con un sacco di zucchero.

Il caffè ricco e salato si trova più comunemente nelle zone turistiche.

Acqua e bibite varie sono consumate di frequente.

Il succo di frutta zuccherato mescolato con acqua o latte, chiamato licuado, è un’alternativa rinfrescante.

 

Picado de Rabano (insalata di ravanelli)

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Tagliare le estremità e affettare i ravanelli.
  2. Unire i ravanelli affettati con foglie di menta, sale e succo d’arancia e limone in una ciotola e servire come insalata.
  3. Servi da 2 a 4 persone.

 

Frijoles Negros Volteados (pasta di fagioli neri fritti)

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Scaldare l’olio con calore moderato in una padella.
  2. Aggiungere la purea di fagioli e mescolare bene con un cucchiaio di legno.
  3. Mescolare fino a quando la purea si addensa e il liquido evapora.
  4. Continua fino a quando il mix inizia ad uscire dalla padella e può essere formato scuotendo la padella per dare una forma di salsiccia.
  5. Servire caldo con tortillas, formaggio, panna acida o pane.

 

Guacamole

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Sbucciare, rimuovere la fossa e schiacciare a fondo l’avocado.
  2. Aggiungere il brodo e l’aglio tritato. Mescolare bene.
  3. Aggiungere i pomodori e le cipolle tritati, se lo si desidera.
  4. Servire con tortilla chips.

 

Tortilla spagnola

Ingredienti:

Procedura:

  1. Le buccie possono essere lasciate sulle patate, se preferite. Taglia le patate molto sottili.
  2. Scaldare 2 cucchiai di olio in una padella da 20 cm e far rosolare le patate e la cipolla mescolando fino a doratura.
  3. Condire con sale e pepe.
  4. Sbattere le uova e mescolare delicatamente le patate con le uova.
  5. In un’altra padella, scaldare l’olio rimanente e versare la miscela di patate e uova.
  6. Cuocere a fuoco medio senza mescolare fino al set.
  7. Con un piatto, capovolgere e cuocere dall’altra parte fino a doratura. Guarnire con pepe e prezzemolo.

 

Arroz Guatemalteco (Riso alla guatemalteca)

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Scaldare l’olio in una casseruola pesante e aggiungere il riso.
  2. Rosolare leggermente finché il riso non ha assorbito l’olio, facendo attenzione a non lasciare che cambi colore.
  3. Aggiungere le verdure miste, sale, pepe e brodo di pollo.
  4. Portare a ebollizione, coprire e ridurre il calore al minimo.
  5. Raffreddare per circa 20 minuti fino a quando il riso è tenero e il liquido è stato assorbito.
  6. Servi da 6 a 8 porzioni.

 

Zuppa di cetriolo

Ingredienti:

Procedimento:

  1. In una pentola capiente, scaldare l’olio a fuoco medio.
  2. Aggiungere i cetrioli, le cipolle e il peperoncino.
  3. Cuocere fino a quando tutte le verdure sono tenere, circa 15 minuti.
  4. Mescolare il brodo di pollo e cuocere a fuoco lento per 10 minuti, mescolando di tanto in tanto.
  5. Togliere dal fuoco.
  6. In un frullatore o in un robot da cucina, passate la zuppa fino a ottenere un composto omogeneo, quindi riponetela nella casseruola.
  7. Portare a ebollizione e condire con sale (facoltativo) e pepe.
  8. Servire caldo, condito con un cucchiaino di yogurt e una spolverata di prezzemolo.
  9. Servi in 4 porzioni.

 

Cibo per celebrazioni religiose e vacanze in Guatemala

La maggior parte dei guatemaltechi (circa il 60%) è cattolica.

La tradizionale religione maya, tuttavia, esiste ancora ed è molto popolare in tutto il paese. Entrambe le religioni celebrano festività e festival, anche se ci sono molti giorni speciali durante tutto l’anno che sono osservati da tutti.

Il paese è anche sede di numerosi gruppi minoritari.

 

Natale e Pasqua sono due delle festività più celebrate in Guatemala.

I giorni prima di Natale sono pieni di feste e varie feste, tra cui decorare case con manzanillas (piccoli frutti gialli) e guardare i fuochi d’artificio.

Tamales e punch sono spesso serviti la vigilia di Natale.

La Settimana Santa, conosciuta anche come Semana Santa, viene celebrata la settimana prima di Pasqua.

I guatemaltechi si vestono con costumi colorati per celebrare la settimana delle festività, che comprende carri allegorici, musica e ogni tipo di cibo.

 

Pesce, ceci, torrejas (dolci simili al toast francese), encurtidos (verdure speziate con aceto) e frutta candita sono cibi popolari in questo periodo.

Quelli di origine maya si nutrono spesso di zuppe (verdure, manzo e zuppa di cavoli), kilim (pollo in salsa condita, servito con riso e patate), joch (una bevanda calda fatta di mais macinato, orzo, cannella e zucchero di canna ) e frutta fresca cotta, come pesche o pere. Piccole ciambelle glassate con miele e cannella, chiamate bunuelos (boon-WAY-lows), sono delle famose delizie per le vacanze.

 

Il primo giorno di novembre segna l’All Saints Day, noto anche come il “Giorno dei morti“. Piuttosto che un giorno di lutto, è un momento per celebrare la vita dei cari che sono morti. Per sentirsi vicini ai morti, le famiglie spesso fanno un picnic sulla tomba di una persona amata.

Le feste per bambini presentano spesso pignatte, decorazioni cave piene di giocattoli e dolcetti.

I bambini con gli occhi bendati tentano di aprire la pignatta con un bastone per rilasciare i dolcetti all’interno.

Anche ai matrimoni è tradizione fare questo gioco.

 

Bunuelos (Fried Fritters)

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Mescolare insieme la farina, il lievito e il sale.
  2. Unire l’acqua e il burro in una casseruola pesante e portare a ebollizione.
  3. Togliere dal fuoco e usare un cucchiaio di legno per mescolare il composto di farina.
  4. Mescolare le uova, 1 alla volta.
  5. Scaldare l’olio in una padella profonda a fuoco medio-alto.
  6. Forma la pastella in palline delle dimensioni di una pallina da golf.
  7. Infilare delicatamente nell’olio.
  8. Assicurati di non affollare la padella (cucinare gruppi separati, se necessario).
  9. Usando il cucchiaio di legno, continua a muovere i bunuelos in modo da farli gonfiare e dorarli in modo uniforme.
  10. Quando sono dorati, rimuovili in un piatto rivestito di carta assorbente.
  11. Completare con zucchero a velo o zucchero a velo o servire con un lato di miele.
  12. Servire caldo
  13. Fare circa 30 bunuelos.

 

Punch di Natale caldi

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Mettere tutti gli ingredienti in un grande bollitore inossidabile e portare a ebollizione.
  2. Riduci il calore e fai sobbollire da 45 minuti a 1 ora.
  3. Filtrare e servire caldo.
  4. Servi in 8  porzioni.

 

Tradizioni durante i pasti in Guatemala

I guatemaltechi che vivono nelle aree urbane generalmente mangiano tre pasti al giorno.

La colazione più spesso consiste in caffè, uova, fagioli o pane tostato con marmellata.

Il pranzo è tradizionalmente il pasto più grande.

La zuppa è spesso servita, seguita da carne, riso, verdure e un’insalata semplice.

Frutta fresca e budino possono essere serviti come dessert.

La cena, consumata verso le 7 o le 8 di sera, di solito include cibi come pane dolce, fagioli, carciofi, riso, agnello o dentice alla griglia.

Le banane fritte, il flan (crema inglese al caramello) o la frutta fresca sono i dolci più popolari.

 

Una dieta rurale contiene normalmente ingredienti più semplici.

Il giorno potrebbe iniziare con caffè, fagioli neri e tortillas.

Uno spuntino di metà mattina intorno alle 10 di mattina, consiste nell’ atole, una bevanda dolce di mais.

Dopo un pranzo tradizionalmente ampio, un altro spuntino, come un caffè e una pasticceria dolce, si consuma solitamente intorno alle 16.00.

Uova e verdure accompagnano spesso fagioli neri e tortillas (spesso realizzati combinando farina di mais con succo di lime) per la cena.

I guatemaltechi estremamente poveri a volte mangiano solo mais, fagioli o frutta.

 

Quando gli ospiti sono invitati a cena in una casa guatemalteca, è educato portare un piccolo regalo ai padroni di casa, come caramelle o fiori, ma la maggior parte delle persone preferisce che l’ospite porti semplicemente un dessert.

Quelli che pranzano in un ristorante avranno diverse opzioni per la cucina internazionale: spagnolo, messicano, francese, italiano, cinese, caraibico e mediterraneo, per citarne alcuni.

In alternativa al cibo tradizionale, le catene di fast food americane si sono stabilite in tutto il paese., fornendo pasti preparati rapidamente e relativamente economici.

 

Pepinos Rellenos (cetrioli ripieni)

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Tagliare i cetrioli verso il centro, nel senso della lunghezza, sbucciare e togliere i semi.
  2. Strofina i cetrioli con succo di lime, sale e pepe.
  3. Tagliare il peperone rosso nel mezzo, togliere i semi e tagliarli a cubetti.
  4. Unire la crema di formaggio e la panna insieme agli altri ingredienti e mescolare bene.
  5. Riempire i cetrioli con il mix e conservare in frigorifero per 2 ore.
  6. Tagliare a fette e servire. (Può essere servito su un letto di foglie di lattuga.)
  7. Servi da 6 a 10 porzioni.

 

Mantequilla de ajo casera (burro all’aglio)

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Mescolare gli ingredienti in una ciotola con un cucchiaio di legno.
  2. Quando è ben miscelato, posizionare su un foglio di alluminio e formare una palla.
  3. Refrigerare e utilizzare come desiderato.

 

Pan de Banano

Ingredienti:

Procedura:

  1. Preriscaldare il forno a 180° C.
  2. Ammorbidire il burro a temperatura ambiente e mescolare con lo zucchero in una terrina fino a quando non è leggero e spumoso.
  3. Schiaccia le banane e aggiungile al burro e alla miscela di zucchero.
  4. Aggiungere il sale, il succo di limone, la cannella e l’uovo.
  5. Setacciare la farina con il lievito e aggiungerla lentamente alla miscela liquida.
  6. Versare l’impasto in una teglia unta
  7. Cuocere in forno per 1 ora o fino a quando uno stuzzicadenti inserito nel centro risulta pulito.
  8. Servire con il miele come pane per torte o come dessert con panna o gelato.

 

Politica, economia e nutrizione in Guatemala

Circa il 17% della popolazione del Guatemala è classificata come denutrita dalla Banca Mondiale.

Ciò significa che non ricevono un’alimentazione adeguata nella loro dieta.

Tra i bambini di età inferiore ai cinque anni, circa il 27% è sottopeso e oltre il 50% è rachitico (abbreviazione dell’età).

Si stima che la metà più povera della popolazione riceva solo il 60% del fabbisogno calorico giornaliero minimo.

La malnutrizione, l’alcolismo e l’inadeguatezza degli alloggi e dei servizi igienico-sanitari pongono seri problemi di salute.