Ricette Indonesiane

Ricette Indonesiane

Posizione geografica e struttura ambientale in Indonesia

La Repubblica di Indonesia è composta da cinque grandi isole e migliaia di isole minori (di cui circa 6.000 abitate), con un’area totale di 1.919.440 chilometri quadrati .

Il suolo e il clima del paese supportano un certo numero di colture agricole, con lo zucchero come la più grande coltura commerciale.

L’Indonesia è il terzo produttore mondiale di caffè (dopo il Brasile e la Colombia), il secondo produttore di olio di palma (dopo la Malesia).

La produzione di riso è aumentata negli anni ’80 e ’90.

A causa del miglioramento delle tecniche agricole, l’Indonesia ora coltiva quasi abbastanza riso per soddisfare le richieste del paese.

Tuttavia, l’uso illimitato di fertilizzanti e pesticidi ha comportato anche danni significativi all’ambiente.

 

Storia e cibo in Indonesia

Le 17.508 isole dell’Indonesia hanno attratto commercianti, pirati e avventurieri da tutto il mondo nel corso della sua storia.

Situate tra antiche rotte commerciali e ricche di risorse botaniche, queste isole remote divennero rapidamente un interesse globale.

Le spezie erano apprezzate non solo per il loro sapore, ma anche per la loro capacità di mascherare cibi avariati, rinfrescare il respiro e porre rimedio a problemi di salute.

Anche se le “Isole delle spezie” dell’Indonesia orientale hanno ricevuto la maggior parte dell’attenzione, la cucina del paese, nel suo complesso, si è sviluppata in varie forme e soprattutto è stata influenzata da invasori e paesi stranieri con cui erano in vigore accordi commerciali.

 

Il riso, il cibo base del paese, risale al 2300 A.C.

I pasti antichi consistevano in pesce, frutta e verdura, comprese banane, patate dolci, cocco e zucchero di canna.

Il commercio con i cinesi, che l’Indonesia ha iniziato per la prima volta intorno al 2000 A.C., ha influenzato la cucina indonesiana ed è ancora evidente attraverso l’uso di tè, noodles, cavoli, senape, soia e il metodo di frittura.

Il piatto cinese, il nasi goreng (riso fritto), è uno dei piatti nazionali dell’Indonesia.

 

Prima del 100 D.C, i missionari indù dall’India portarono curry (salse piccanti), cetrioli, cipolle, mango e melanzane.

Furono introdotti anche lo zenzero, il cumino, il cardamomo, il coriandolo e il finocchio, aggiungendo all’ampia varietà di spezie.

Intorno al 1400, i musulmani dal Medio Oriente iniziarono ad incorporare piatti di capra e di agnello nella dieta indonesiana, così come le salse a base di yogurt (anche se al posto del latte di cocco viene usato).

 

I portoghesi furono i primi europei a influenzare in modo significativo la cucina indonesiana.

Hanno preso il controllo delle rotte commerciali da e verso le isole, portando con sé manioca (una radice tropicale) e patate dolci.

Cavolfiori, cavoli e rape furono portati nelle isole circa un secolo dopo dalla potente compagnia olandese delle Indie Orientali, che acquisì il controllo delle rotte commerciali. Anche se gli spagnoli hanno contribuito con arachidi, pomodori, mais e il peperoncino, non sono stati in grado di sconfiggere gli olandesi, che regnarono fino alla metà del 1900.

 

Nasi Goreng (Riso fritto)

Ingredienti:

  • 1 tazze di riso a grani lunghi cotti e raffreddati
  • 3 cucchiai di olio vegetale, per friggere
  • 1 cipolla media, tritata finemente
  • 2 spicchi d’aglio, schiacciati e tritati finemente
  • 2 cucchiaini di peperoncino in polvere
  • 2 cucchiaini di salsa di soia scura
  • Pizzico di zucchero di canna scura
  • Pizzico di sale e pepe macinato fresco

Procedimento:

  1. Dopo aver preparato il riso, scaldare l’olio in un wok o in una casseruola e aggiungere la cipolla, l’aglio e il peperoncino in polvere.
  2. Aggiungere il riso, la salsa di soia e lo zucchero e aggiustare il condimento con sale e pepe, a piacere.
  3. Unire e mescolare bene, cuocendo per 5 o 6 minuti.
  4. Se la miscela diventa troppo secca, aggiungi un po ‘d’acqua o anche un uovo sbattuto.
  5. Togliere dal fuoco e servire su un piatto grande.
  6. Guarnisci come desiderato.
  7. Fai 4 porzioni.

 

Kelapa Susu (latte di cocco)

Ingredienti:

  • 1 tazza di cocco essiccato
  • 2 tazze di acqua tiepida

Procedura:

  1. Mettere la noce di cocco in una padella e coprire con l’acqua.
  2. Lasciare in ammollo per 20 minuti e poi spremere la noce di cocco molto forte per produrre un liquido lattiginoso.
  3. Quando il latte di cocco è stato aggiunto a un piatto, per prima cosa dovrà essere costantemente agitato per evitare la separazione.

 

Rujak (Spicy Fruit Salad)

Rujak è considerato l’insalata nazionale dell’Indonesia.

 

Ingredienti:

  • pezzetti di ananas di medie dimensioni
  • 2 banane, pelate e tritate
  • 3 mele verdi, pelate e tritate
  • 1 cetriolo piccolo, pelato e affettato

Condimento:

  • 1 cucchiaino di peperoncino in polvere
  • 1 cucchiaio di salsa di soia scura
  • ½ tazza di zucchero di canna scura
  • 2 cucchiai di succo di lime (o limone)

Procedimento:

  1. Mettere tutti i frutti e le verdure in una ciotola e mescolare accuratamente.
  2. In una ciotola separata, combinare gli ingredienti di condimento.
  3. Versa la salsa sopra la frutta e la verdura. Raffreddare prima di servire.
  4. Servi da 4 a 6 porzioni.

 

Alimenti degli indonesiani

La combinazione di diversità geografica e culturale in Indonesia ha portato a una delle cucine più uniche al mondo.

Anche se i pasti sono generalmente semplici, l’uso abbondante di varie radici, spezie, erbe e foglie aggiunge gusto alla maggior parte dei piatti.

L’uso comune del peperoncino può indurre in errore alcuni a credere che tutti i piatti indonesiani siano speziati e caldi.

Al contrario, le spezie più utilizzate sono il coriandolo (che ha un debole sapore di arancia), il cumino e lo zenzero, tutte spezie relativamente dolci.

Inoltre, la maggior parte del cibo indonesiano è preparato con sapori contrastanti, come una salsa piccante dolce o calda servita su un letto di riso bianco, un pasto diffuso in tutto il Paese.

 

Il riso è il cibo più importante in Indonesia.

Normalmente accompagna ogni pasto ed è spesso l’ingrediente principale per dessert e bevande.

I due tipi più comuni sono nasi bianco (riso bianco a grana lunga) e nasi ketan (riso glutinoso), un riso che viene spesso utilizzato per fare torte, snack e altri dolci.

Coloro che non possono permettersi il riso, o che vivono in una regione con terreno povero o scarse precipitazioni, devono fare affidamento su una base alternativa, come patate dolci o soia.

L’abbondanza affidabile di frutti di mare in tutto il paese può anche portare sollievo alle famiglie affamate.

La maggior parte delle classi sociali, tuttavia, può permettersi bevande vendute a warung (bancarelle di alimentari con strada) e kaki lima (carrelli alimentari), compresi rinfreschi fruttati e tè con zucchero e crema.

 

Il metodo più comune per preparare il cibo è la frittura, anche se grigliare, sobbollire, cuocere a vapore e persino stufare (il più delle volte con latte di cocco) sono anche popolari.

Alcuni degli oggetti più comunemente fritti sono bumbu (pasta base di spezie), che frequentemente accompagna il riso e varie carni come pollo, capra o manzo.

La preparazione finale per molti pasti consiste nell’aggiunta di latte di cocco, un ingrediente di cottura essenziale e un addensante per molte salse.

 

Per quante somiglianze esistono tra le isole, ci sono altrettante differenze regionali.

Bali, l’isola indonesiana più ampiamente riconosciuta, è la patria di anatra cucinata e babi guling (maiale).

Minahasa gode di topi e cani, e il sudanese di Giava occidentale preferisce la loro carne o pesce cotto nel sangue di bufalo o maiale.

Alla maggior parte degli indonesiani piace anche il durian, un frutto ovale di dimensioni da calcio, sebbene molti occidentali considerino il suo odore sgradevole e poco appetitoso.

 

Uli Petataws (dolci frittelle di patate)

Ingredienti:

  • 1 chilo di patate dolci
  • ½ tazza di noce di cocco,grattugiato
  • estratto½ cucchiaino di vaniglia
  • ½ cucchiaino di sale
  • 2 cucchiai di zucchero

Procedura:

  1. Sbuccia le patate dolci e mettile in una grande casseruola.
  2. Coprire con acqua e far bollire fino a morbido (circa 20 a 30 minuti).
  3. Scolare e lasciare raffreddare.
  4. Quando è abbastanza freddo da maneggiare, sbucciare e schiacciare le patate in una terrina.
  5. Aggiungere cocco, vaniglia e sale e mescolare accuratamente.
  6. Preriscaldare il forno a 230°C.
  7. Formare circa ⅓ tazza della miscela di patate in una frittella rotonda, mettere 1 cucchiaino di zucchero di canna al centro e far rotolare la frittella in un cilindro di circa 7 cm di lunghezza e 2 cm di diametro.
  8. Ripeti la procedura con la restante miscela di patate dolci e zucchero di canna.
  9. Su una teglia leggermente oliata, infornare le frittelle per 15 minuti.
  10. Servire a temperatura ambiente con caffè o tè.
  11. Fai 6 frittelle.

 

Sarikayo Telor (Budino al vapore con uova e latte di cocco)

Ingredienti:

  • 2 tazze di zucchero di canna
  • 2 Cucchiai di zucchero semolato zucchero
  • ½ tazza di acqua
  • 8 uova grandi, battuto leggermente
  • ¼ cucchiaino di sale
  • ¼ cucchiaino di vaniglia
  • 4 tazze di latte di cocco (in scatola è accettabile)

Procedura:

  1. Cuocere lo zucchero semolato e marrone in acqua a fuoco basso per 3 minuti, o fino a quando gli zuccheri sono completamente sciolti e formano uno sciroppo
  2. Lascia raffreddare lo sciroppo.
  3. Sbatti le uova, il sale, la vaniglia e il latte di cocco.
  4. Versare il composto in un recipiente resistente al calore da 2 quarti e cuocere a vapore con acqua calda per 15 minuti, o fino a quando il budino non sarà sodo.
  5. Servire caldo o freddo
  6. Servi per 8 persone.

 

Sambal Kecap (salsa di peperoncino e soia)

Ingredienti:

  • 6 cucchiai di salsa di soia scura
  • 1 cucchiaino di peperoncino in polvere
  • 3 piccoli peperoncini verdi freschi, tagliata
  • 1 cipolla piccola, tagliata a dadini
  • 2 cucchiai di succo di lime (o limone)
  • 2 spicchi d’aglio, schiacciati e tritati finemente

Procedura:

  1. Mettere tutti gli ingredienti in una piccola casseruola e cuocere a fuoco medio-basso per circa 5 minuti, mescolando continuamente.
  2. Questa salsa aggiunge un gusto eccellente quando viene versata sopra il riso normale.
  3. Servi per 4 persone:

 

Es Pokat o Es Avocad, Bali (bevanda indonesiana di avocado)

Ingredienti:

  • 5 cucchiai di zucchero
  • 5 cucchiai di acqua
  • 2 avocado, pelati e pit rimossi
  • ½ tazza di latte
  • 1 tazza di latte al cioccolato
  • ghiaccio, schiacciato

Procedura:

  1. Per preparare lo sciroppo semplice, unire lo zucchero e acqua in una piccola casseruola a fuoco medio-alto.
  2. Mescolare fino a quando non è chiaro. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.
  3. Spremi la polpa di avocado e mettila nel frullatore.
  4. Aggiungere lo sciroppo e mescolare per mescolare, quindi aggiungere il latte freddo e frullare.
  5. Dividere la miscela tra due bicchieri alti.
  6. Completare ogni porzione con ½ tazza di latte al cioccolato (per formare uno strato separato) e ghiaccio tritato.
  7. Fai 2 porzioni.

 

Tahu Goreng (Tofu fritto)

Ingredienti:

  • Olio vegetale, abbastanza per friggere in profondità il tofu tofu
  • ½ tazza, tagliarlo a cubetti  
  • 3 cucchiai di salsa di soia scura
  • Coriandolo (o foglie di prezzemolo o scalogno) tritati, per guarnire

Procedimento:

  1. Scaldare l’olio in un friggere in padella e friggere i cubetti di tofu fino a renderli croccanti e dorati.
  2. Rimuovere i cubetti e scolare su carta assorbente; posto su un piatto da portata.
  3. Versare la salsa di soia sopra i cubetti, guarnire e servire.
  4. Servi in 4 porzioni.

 

Cibo per celebrazioni religiose e vacanze in Indonesia

Islam, cattolicesimo, protestantesimo, buddismo e induismo sono le cinque religioni riconosciute ufficialmente dal governo indonesiano.

La stragrande maggioranza (circa l’87%) aderisce all’islam, dando all’Indonesia una delle maggiori percentuali di musulmani nel mondo.

 

L’Islam è la religione predominante in tutto il paese, mantenendo cinque delle dodici festività nazionali. Puasa (Ramadan), un mese di osservazione del digiuno e della celebrazione, è il periodo più importante dell’anno per i musulmani. Durante il Puasa, le famiglie si alzano già alle 3 del mattino per consumare più cibo possibile che dovrà essere sufficiente fino a sera:

infatti Il digiuno si rompe ogni giorno dopo il tramonto, quando i gruppi si riuniscono per una grande festa.

 

Lebaran (chiamato anche Hari Raya o Eid al-Fitr) segna la fine di Puasa, così come il ritorno delle abitudini alimentari regolari.

Tra famiglia e amici, i musulmani spesso preparano ketupat, blocchi di riso cucinati in foglie di cocco o di palma.

Torta e biscotti sono serviti con una teiera apparentemente senza fondo.

Selamatan è una tradizione unicamente indonesiana.

L’abitudine di pregare un Dio prima di un evento significativo (come il matrimonio o la costruzione di una nuova casa) è una pratica ancora diffusa nella maggior parte del mondo..

 

Hari Raya Nyepi, il capodanno indù (noto anche come il giorno indù del silenzio), è celebrato in modo molto elaborato a Bali, sede della più grande popolazione indù indonesiana.

A Capodanno, il cibo viene preparato per il giorno precedente (in particolare dolci e dolci fatti in casa) quando gli indù si astengono da tutte le altre attività.

Le strade sono deserte e ai turisti spesso non è permesso lasciare il proprio hotel.

Le vacanze secolari (non religiose) offrono più motivi per indulgere in feste celebrative.

Il più popolare è Hari Proklamasi Kemerdekaan (Independence Day), che celebra l’indipendenza dell’Indonesia dall’Olanda il 17 agosto 1945.

 

Una delle più vivaci osservanze si svolge a Giacarta, la capitale dell’Indonesia.

La città e i suoi cittadini si preparano per le festività diverse settimane prima del tempo.

Il denaro viene raccolto per gare come il krupuk udang (cracker di gamberetti) che mettono in competizione i bambini (a chi mangia di più) e le donne (chi cucina meglio).

Il ricordo di Raden Kartini, la prima donna emancipazionista indonesiana, viene celebrato ogni 21 aprile.

In suo onore, i ruoli tradizionali della famiglia sono invertiti in questo giorno, lasciando la responsabilità della cucina e della pulizia della casa ai padri e ai bambini.

 

Pisang Goreng (Fried Banana Cakes)

Ingredienti:

  • 6 banane mature di media grandezza, sbucciate
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaino di farina
  • olio, per friggere

Procedimento:

  1. Schiacciare finemente le banane e mescolare con zucchero e farina.
  2. Scaldare l’olio in una grande casseruola o wok e far cadere in un grande cucchiaio di pastella.
  3. Cuocere diversi in una volta, ma non sovraffollare il wok o la temperatura dell’olio sarà abbassata.
  4. Quando le torte sono croccanti e dorate, scolarle su un tovagliolo di carta e servirle ancora calde.
  5. Fai da 4 a 6 torte.

 

Un tipico menu del giorno dell’indipendenza

  • Gado-gado, verdure al vapore in salsa di arachidi
  • Sate, carne marinata o spiedini di pesce
  • Roti, pane dolce indonesiano
  • Nasi tumpeng, riso giallo al vapore a forma di cono cerimoniale (nasi kuning)
  • Krupuk udang, snack cracker al gamberetto
  • Pisang goreng , torte alla banana fritte
  • L’halia, tè caldo allo zenzero

 

Teh Halia (Tè allo zenzero caldo, Ambon)

Ingredienti:

  • 6 tazze d’acqua
  • 1 tazza di zucchero di canna,
  • pezzo di zenzero fresco da 5 cm, incrinato

Procedimento:

  1. Unire l’acqua, lo zucchero e lo zenzero in una casseruola e portare la miscela a ebollizione.
  2. Cuocere a fuoco moderato per circa 5 minuti.
  3. Servi per 6 persone.

 

Nasi Kuning (Riso giallo)

Ingredienti:

  • 2 tazze di riso
  • 2 tazze di latte di cocco
  • 2 cucchiaini di curcuma (trovato nella maggior parte dei supermercati)
  • 1 lama di erba limone

Procedimento:

  1. Lavare e scolare il riso.
  2. Unire tutti gli ingredienti in una casseruola e portare a ebollizione.
  3. Abbassare il fuoco a fuoco lento e continuare a cuocere fino a quando tutto il latte di cocco viene assorbito.
  4. Metti il ​​riso in un piroscafo (anche un piroscafo vegetale rivestito con una garza apparecchiata sopra l’acqua bollente funzionerà).
  5. Cuocere fino a che il riso non sia tenero.
  6. Servi da 4 a 6 porzioni.

 

Gado Gado (insalata di verdure con salsa di arachidi)

Ingredienti:

  • 2 patate
  • 1 tazza di germogli di soia
  • 10 fagiolini
  • 1 cetriolo, affettato sottilmente
  • 1 tazza di cavolo verde, tritato
  • 1 carota, affettato sottilmente
  • 250 grammi di tofu (opzionale)
  • 5 cucchiai olio vegetale
  • 2 uova sode, tagliate a spicchi
  • Salsa di arachidi (disponibile in piccole bottiglie nei negozi di alimentari)

Procedura:

  1. Far bollire tutte le verdure (tranne il tofu e il cetriolo), o cuocere a vapore fino a ottenere una croccantezza e tenerezza.
  2. Mettere da parte.
  3. Tagliare il tofu a pezzi piccoli e friggere fino a doratura, quindi mettere da parte.
  4. Mettere le verdure cotte su un piatto, aggiungere il tofu, le fette di cetriolo e le fette di uova sode tagliate a fette e versare la salsa di arachidi per ultimo.
  5. Fai 2 porzioni.

 

Tradizioni durante i pasti in Indonesia

I pasti sono tipicamente casual e solitari per gli indonesiani, che spesso scelgono di fare uno spuntino in una varietà di piccoli piatti durante il giorno, piuttosto che tre pasti più grandi.

Le donne indonesiane raccolgono le disposizioni necessarie all’inizio della giornata, tra cui la raccolta di frutta e verdura fresca dai loro giardini o l’acquisto di ingredienti dal mercato locale.

Una volta che i pasti sono preparati, di solito vengono lasciati a temperatura ambiente sul tavolo della cucina per i membri della famiglia da mangiare quando sono affamati.

 

Quando i pasti più grandi vengono consumati separatamente, il makan pagi (colazione) è normalmente una ciotola di riso fritto, tagliatelle o soto (zuppa), accompagnato da caffè Java (che è diventato famoso in tutto il mondo) o tè.

Makan siang (il pranzo) è spesso il pasto principale del giorno, seguito da makan malam (cena) dopo la fine della giornata lavorativa.

La base della maggior parte dei pasti è il nasi (riso).

 

Quando un pasto viene consumato insieme, i piatti preparati vengono di solito collocati nel mezzo di un tavolo o di un tappetino per poterli condividere.

Rijstafel (che significa “tavolo di riso“), un’idea portata nelle isole dagli olandesi, include quasi sempre il nasi, accompagnato da una varietà di carni e verdure con lo scopo di contrastare sapori e consistenze.

I piatti caldi e speziati saranno spesso serviti con una consistenza particolare, come arachidi croccanti o krupuk (crackers croccanti), o un sapore contrastante, come un sugo cremoso, zucchero di palma o kecap manis, una salsa di soia dolce.

 

Simile a un piccolo emporio, il warung dell’Indonesia offre ai villaggi e alle città un luogo per l’aggregazione sociale e un boccone veloce o una bevanda rinfrescante.

I krupuks giganti sono comunemente venduti ai bambini che vanno a scuola, mentre gli adulti possono preferire una bevanda rinfrescante alla banana e al latte o al nasi campur (riso bollito con carne, verdure e uova).

Gli studenti normalmente mangiano gli alimenti offerti loro dalla loro scuola, che di solito includono patate dolci, riso, mais, frutta e verdura e latte al cioccolato.

 

Nasi Jagung(mais Riso)

Ingredienti:

  • 1½ tazze di riso crudo , lavato accuratamente
  • 1½ tazze di chicchi di mais dolce, tagliati dalla pannocchia o in scatola

Procedimento:

  1. Porre il riso e il mais in una pentola con 3 ½ tazze d’acqua e portare a ebollizione. (Se si utilizza mais in scatola, non aggiungere acqua).
  2. Fai bollire il riso e il mais finché l’acqua non viene assorbita.
  3. Se usi mais in scatola, aggiungi l’acqua adesso.
  4. Abbassare il fuoco al minimo e cuocere il riso e il mais per altri 10 minuti, fino a quando il riso sarà asciutto e spumoso.

 

Politica, economia e nutrizione in Indonesia

Circa il 6% della popolazione dell’Indonesia è classificata come sottonutrita dalla Banca Mondiale.

Ciò significa che non ricevono un’alimentazione adeguata nella loro dieta.

Di bambini sotto i cinque anni, circa il 34% sono sottopeso e oltre il 42% sono rachitici (abbreviazione della loro età).

 

La crisi economica della fine degli anni ’90 ha penalizzato il benessere dei bambini della nazione: la mortalità infantile è quasi raddoppiata tra il 1995 e il 1998.

A partire dal 1999, l’UNICEF ha stimato che otto milioni di bambini in età pre-scolare soffrivano di malnutrizione.

Nel 1994-95, solo il 63% della popolazione aveva accesso all’acqua potabile e il 55% aveva servizi igienici adeguati.

Inoltre, la grave siccità ha indotto l’Indonesia a essere l’importatore numero uno al mondo di riso nel 1998.

Tuttavia, l’Indonesia ha ricevuto molto aiuto dall’ONU, in particolare attraverso l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l’UNICEF, per risolvere i problemi di salute.

Il Ministero della salute sta anche cercando di creare un servizio sanitario per fornire più strutture e personale più qualificato.