Ricette Isole del Pacifico

Ricette Isole del Pacifico

Posizione geografica e struttura ambientale nel Pacifico

Ci sono migliaia di isole nell’Oceano Pacifico meridionale.

Alcuni gruppi di isole sono nazioni indipendenti, altri sono territori o dipendenze degli Stati Uniti, della Francia e del Regno Unito.

I gruppi di isole sono classificati come Polinesia, Melanesia e Micronesia.

La Polinesia comprende lo stato USA, Hawaii, insieme a Nuova Zelanda, Isola di Pasqua, Tonga, Tahiti e altre isole.

 

La melanesia include Papua Nuova Guinea, Vanuatu, Nuova Caledonia, Isole Salomone e le isole circostanti.

I Micronesiani abitano circa 2.500 isole che formano i paesi Kiribati, Stati Federati di Micronesia, Palau, Isole Marshall e Isole Marianne Settentrionali.

Le isole delle Figi sono vulcaniche, con cime aspre.

Le condizioni ambientali sulle isole dell’Oceano Pacifico supportano i frutti di mare e la lussureggiante vegetazione tropicale.

 

Storia e cibo nel Pacifico

I primi abitanti delle isole del Pacifico provenivano dall’Asia sud-orientale più di 20.000 anni fa.

Erano cacciatori e raccoglitori che dipendevano dall’abbondante scorta di frutti di mare provenienti dall’oceano che li circondava.

Sono diventati famosi per le grandi abilità di pesca che hanno sviluppato.

Si ritiene che i nuovi isolani arrivati ​​intorno al 3000 A.C. abbiano introdotto l’agricoltura nella regione del Pacifico, portando con sé semi e bestiame dalla terraferma asiatica.

Hanno piantato e raccolto raccolti e allevati animali.

Introdussero cibi tra cui banane, noci di cocco, patate dolci, patate dolci e pane.

Gli esploratori dall’Europa del 1500 portarono più nuovi alimenti nelle isole.

Questi includevano carote, patate, rape, bovini da carne e pecore.

Ci è voluto molto tempo prima che il mondo occidentale mostrasse un serio interesse per le isole del Pacifico.

Nel 1900, tuttavia, Stati Uniti, Francia, Germania e Gran Bretagna rivendicarono il controllo delle isole nel Pacifico.

Col passare del tempo, hanno avuto un impatto duraturo sulle abitudini alimentari delle isole che controllavano.

Gli stili di cucina sull’isola di Tahiti, per esempio, continuano a riflettere una forte influenza francese.

 

Alimenti nelle Isole del Pacifico

Frutti di mare, in particolare il pesce, sono stati a lungo la principale fonte alimentare e la fonte di proteine ​​per gli isolani del Pacifico.

Quasi 300 varietà di pesci si trovano nelle acque della sola Polinesia.

Il pescato viene in genere consumato crudo, cotto in camicia o alla griglia.

Ortaggi a radice e tuberi, come il taro (noto anche come cocoyam) e  patate dolci sono sono imprescindibili nella dieta della regione.

Un’ampia varietà di frutti tropicali viene anche consumata in grandi quantità.

Questi includono banane, piantaggine, manghi, papaie e ananas.

 

Un piatto che è unicamente hawaiano è poi, fatto dalla radice di taro.

Tradizionalmente, la radice veniva arrostita in una fossa sotterranea piena di carboni ardenti per diverse ore, e poi martellata con una pietra per fare una pasta appiccicosa.

Aggiungendo acqua, è stata creata la “pudding-like“.

Gli hawaiani mangiavano poi il boccone, usando solo le dita per raccoglierlo.

La noce di cocco, un frutto comune coltivato nelle regioni tropicali, è una delle principali fonti alimentari.

Quasi tutti gli isolani del Pacifico usano il latte di cocco come ingrediente principale per cucinare.

 

Il frutto amidaceo dell’albero del pane è un’altra graffetta dell’isola del Pacifico.

Quando è cotto, ha una consistenza simile al pane (che è il modo in cui l’albero ha preso il nome).

Può essere sbucciato e mangiato intero o schiacciato in una pasta che viene immersa nel latte caldo di cocco.

La spezia più usata nelle isole del Pacifico è la salsa di soia.

Contenitori di gallone di esso possono essere trovati in molte famiglie.

Introdotti dagli occidentali, carne in scatola e Spam (carne in scatola, solitamente di maiale tritato) sono diventati molto popolari in tutta la regione.

Le bevande più diffuse sono latte di cocco e birra.

 

Latte di cocco

Ingredienti:

  • 2 tazze di cocco fresco grattugiato (vedere la ricetta successiva)
  • 1 tazze di acqua calda, o secondo necessità

Procedura:

  1. In un frullatore (o robot da cucina dotato di lama metallica), elaborare la noce di cocco e l’acqua calda per circa 2 minuti.
  2. Lasciare raffreddare per 5 minuti.
  3. Filtrare il composto attraverso un filtro per il caffè in una piccola ciotola, premendo con forza sulla solida polpa di cocco grattugiata per spremere fuori tutto il liquido.
  4. Per il latte più sottile, aggiungere un po ‘più di acqua.
  5. Utilizzare immediatamente in qualsiasi ricetta che richiede latte di cocco.

 

Cocco fresco grattugiato

Ingredienti:

  • 1 noce di cocco matura (agitare la noce di cocco prima dell’acquisto per accertarsi che ci sia del liquido all’interno)

Procedura:

  1. Preriscaldare il forno a 200°C.
  2. Con l’aiuto di un adulto, usa uno spiedino o un rompighiaccio in metallo per perforare due delle zone morbide in alto, dove sono gli “occhi”.
  3. Scolare il liquido e conservarlo per utilizzarlo in altre ricette.
  4. Metti la noce di cocco su una teglia e inforna per 15 minuti.
  5. Togliere dal forno e lasciarlo raffreddare fino a quando non può essere maneggiato (circa 5 minuti).
  6. Se non è già aperto, posiziona la noce di cocco su una superficie dura e picchietta con un martello finché non si rompe.
  7. Rimuovere la polpa bianca con un cucchiaio o un coltello da tavola.
  8. Staccare la pelle interna sottile e marrone con un pelapatate.
  9. Grattugiare i pezzi di cocco sul lato fine di una grattugia manuale o tagliarli a pezzi grossolani e macinare in un robot da cucina.
  10. Usa il cocco grattugiato per fare il latte di cocco (segue la ricetta), come guarnizione per macedonia o gelato, o in altre ricette.

 

Poisson Cru

Il nome di questo piatto è pronunciato “PWAH-sun croo”.

 

Ingredienti:

  • tonno fresco crudo o halibut
  • ½ tazza di succo di lime fresco
  • ⅓ tazza di latte di cocco (in scatola, in bottiglia o fresco, vedi la ricetta precedente)
  • Sale, pizzico
  • ½ tazza di carota, grattugiata o grattugiata
  • ½ tazza di cetriolo, affettata sottile
  • 1 grande o 2 piccola pomodori maturi, tritati grossolanamente
  • ½ mazzo di cipolle verdi, tagliati e affettati
  • 2 cucchiai di erba cipollina o prezzemolo, tritati
  • 2 cucchiaini di scorza di lime (strato sottile verde esterno di buccia di lime), grattugiato

Procedimento:

  1. Tagliare il tonno in strisce spesse molto sottili.
  2. In una ciotola grande (preferibilmente di vetro o acciaio inossidabile) unire il succo di lime, il latte di cocco e il sale
  3. Mescolare il composto
  4. Aggiungere il tonno, la carota, il cetriolo, il pomodoro, le cipolle verdi, l’erba cipollina e la scorza di lime.
  5. Mescola ancora
  6. Aggiungi il succo di limone
  7. Servire immediatamente
  8. Fai 4 porzioni.

 

Cibo per celebrazioni religiose e vacanze nel pacifico

Gli isolani del Pacifico sono noti per il loro amore per le feste enormi.

Celebrano feste religiose, per le nascite, i matrimoni ed eventi locali come l’incoronazione di un nuovo capo.

Ci sono anche feste funebri.

Una tipica festa potrebbe includere pesce cotto e crostacei e pollo o maiale alla brace (o entrambi).

Sono anche servite una grande varietà di piatti a base di taro (noto anche come cocoyam), patate dolci, patate dolci, banane, piantaggine e noci di cocco.

 

Molti abitanti delle isole del Pacifico sono cristiani e celebrano le principali festività cristiane, tra cui Natale e Pasqua.

Alcuni cattolici digiunano (non mangiano né bevono) durante il giorno o rinunciano a certi cibi per la Quaresima.

Il maiale arrosto è un piatto consumato durante la cena di Natale.

Buddismo e induismo si trovano anche nella regione.

Le Figi, che ha una grande popolazione indiana, osservano i festival indù.

I dolci vengono mangiati a Diwali, il nuovo anno indù.

 

Menù delle festività

  • maialino arrosto
  • pezzi di pollo arrosto
  • Radice di taro cotto a vapore in latte di cocco
  • affettata patate
  • granchi al vapore
  • pesce marinato in succo di lime (poisson cru)
  • cocco budini alla crema avvolto in foglie di banano

 

Arrosto di maiale

Ingredienti:

  • 4 o 5 Kg di carne magra di maiale arrosto, disossato
  • ½ tazza di zucchero di canna
  • ½ tazza di salsa di soia
  • 2 cucchiai di melassa scura
  • 1 cucchiaino di polvere di aglio
  • 1 tazza di acqua
  • Sale e pepe

Procedimento:

  1. Disporre l’arrosto di maiale in teglia o in teglia e mettere da parte.
  2. In una piccola ciotola mescolare zucchero di canna, salsa di soia, melassa, aglio, acqua, sale e pepe.
  3. Versare la miscela sulla carne e conservare in frigorifero.
  4. Lasciare la carne marinare (ammollo) nel liquido per 4 ore, girandola di tanto in tanto.
  5. Preriscaldare il forno a 230°C.
  6. Arrostire il maiale per 15 minuti, quindi ridurre il calore a 160°C.
  7. Arrosto per altre 2 ½ a 3 ore, o fino a quando ben fatto. (Per imburrare, versare il sugo sulla carne con un cucchiaio).
  8. Tagliare a fette e servire con banane e patate dolci (segue la ricetta) o altro contorno.
  9. Servi da 8 a 10 porzioni.

 

Banane e patate dolci

Ingredienti:

  • 3 cucchiai di burro o margarina, o secondo necessità
  • 6 banane mature, sbucciate e tagliate a pezzi
  • 4 patate dolci

Procedimento:

  1. Taglia le patate dolci.
  2. Mettile in una grande casseruola, coprire con acqua e lasciar cuocere a fuoco lento (circa 20 minuti).
  3. Sciogliere 3 cucchiai di burro o margarina in padella larga a fuoco medio.
  4. Aggiungere le banane e friggere, girando spesso, fino a che non siano ben coperte e riscaldate (circa 5 minuti).
  5. Aggiungere patate dolci, mescolare con cura per ricoprire e riscaldare, circa 5 minuti.
  6. Servire come contorno con arrosto di maiale (vedere la ricetta precedente) o carne alla griglia.
  7. Servi da 6 a 8 porzioni.

 

Badam Pistaz Barfi (Fijian Hindu Nut Candy)

Ingredienti:

  • 250 grammi di budino alla vaniglia
  • 1 tazza di zucchero
  • ½ tazza di latte che bolle
  • 1 cucchiaino di cardamomo macinato
  • 1 cucchiaino di estratto di mandorle
  • 2 tazze di mandorle,finemente macinato

Procedimento:

  1. In una casseruola media, unire la miscela di budino alla vaniglia, lo zucchero e il latte evaporato.
  2. Mescolando costantemente, portate a ebollizione. Cuocere a fuoco medio per 2 minuti.
  3. Togliere dal fuoco, aggiungere cardamomo, estratto di mandorle e mandorle e mescolare.
  4. Ritornare al fuoco e cuocere per altri 2 minuti fino a quando si ispessisce, mescolando spesso. (La miscela si scurisce in un colore marrone mentre cuoce.) Passa alla padella da 22 cm imburrata e liscia la parte superiore con un coltello o un raschietto di plastica.
  5. Raffreddare a temperatura ambiente e conservare in frigorifero per circa 4 ore.
  6. Tagliare a quadrati.
  7. Serve da 8 a 10 porzioni.

 

Pollo alla papaia e latte di cocco

Ingredienti:

  • 1 Pollo senza pelle, tagliato a dadini
  • 1 papaia, pulita, con semi e fatta a pezzi
  • 2 tazze di latte di cocco (in scatola, in bottiglia o fresco)
  • 1 cipolla, tritata
  • ¼ tazza di olio d’oliva

Procedimento:

  1. In una padella scaldare l’olio d’oliva e cuocere i cubetti di pollo a fuoco vivace fino a quando non sono quasi cotti (circa 5 minuti).
  2. Aggiungere la cipolla tritata e cuocere fino a quando la cipolla diventa pulita, circa 5 minuti.
  3. Aggiungere le fette di papaya e cuocere per altri 5 minuti.
  4. Rimuovere la miscela dal fuoco e aggiungere il latte di cocco.
  5. Servi in 4 porzioni.

 

Tradizioni durante i pasti nel Pacifico

Le usanze per i pasti variano tra le diverse nazionalità e gruppi etnici delle isole del Pacifico. Ad esempio, la cena è il pasto principale della giornata per i tahitiani di discendenza cinese e polinesiana.

Tuttavia, quelli di discendenza europea mangiano il loro pasto più significativo all’ora di pranzo.

 

Le feste dell’Isola del Pacifico sono occasioni di gala che possono essere godute da familiari, amici o da un intero villaggio.

I pasti solitamente sono accompagnati da musica.

Il cibo per le feste viene preparato in uno speciale “forno sotterraneo” (chiamato himaa a Tahiti, un lovo nelle isole Figi e un imu o umu sulle altre isole).

Consiste in una grande fossa scavata nel terreno e piena di pietre riscaldate su un fuoco creato da rami secchi.

 

Il cibo è avvolto in foglie di banana e posto sopra le pietre riscaldate.

Quindi viene coperto con più strati di foglie di banano e altri materiali per mantenere il calore mentre cuoce.

Una volta che il cibo ha finito di cucinare, viene tolto dalla fossa e rimosso dal suo involucro di foglie.

Gli isolani del Pacifico in genere mangiano con le dita.

Cene domenicali e pasti per altre occasioni speciali vengono spesso cucinati in questi forni sotterranei.

 

Dessert con frutta tropicale

Ingredienti:

  • 1 mango, pelato
  • 2 banane, sbucciate e tagliate a pezzi
  • ½ tazza di cocco grattugiato

Procedimento:

  1. Tagliare il mango in pezzi e sistemare con fette di banana in una ciotola di dimensioni medie.
  2. Aggiungere la noce di cocco grattugiata e mescolare bene con un cucchiaio.
  3. Metti nelle ciotole e servire.

 

Frullati di frutta tropicale

Ingredienti:

  • 1 mango
  • 2 banane
  • ½ tazza di cocco grattugiato
  • 2 cucchiai di gelato alla vaniglia

Procedimento:

  1. Mettere gli ingredienti nel frullatore e frullare fino ad ottenere un composto morbido e cremoso.
  2. Servire immediatamente

Serve in 2 porzioni.

 

Firifiri (ciambelle zuccherate tahitiane)

Ingredienti:

  • 3 tazze di farina
  • 1 confezione di lievito secco
  • 2 tazze di acqua
  • 1 tazza di zucchero
  • Olio di arachidi, per friggere

Procedimento:

  1. Mescolare la farina e il lievito secco.
  2. Aggiungere acqua e mescolare per formare un impasto morbido.
  3. Aggiungere lo zucchero e lasciare lievitare da 4 a 5 ore.
  4. Dividere l’impasto in circa 12-15 pezzi.
  5. Allunga la loro forma.
  6. Friggere in olio di arachidi molto caldo fino a quando dorato.
  7. Arrotolare lo zucchero dopo la frittura.
  8. Fai circa 12 ciambelle

 

Dessert di papaia al forno

Ingredienti:

  • 2 piccole papaia mature, sbucciate, seminate e tagliate a metà longitudinalmente
  • ½ tazza di zucchero
  • ¼ di tazza di acqua
  • 1 tazze di latte di cocco (in scatola, in bottiglia o fresco; vedi ricetta)

Procedura:

  1. Preriscaldare il forno a 190°C..
  2. Disporre le papaia, tagliate a faccia in su, in una teglia poco profonda.
  3. Cospargere con lo zucchero e aggiungere l’acqua.
  4. Cuocere in forno nel mezzo del forno per 1 ora e mezza o fino a quando le papaie sono tenere ma mantengono la loro forma.
  5. Ogni mezz’ora, estrai la griglia e imbastisci le papaia con il liquido del piatto (versale sopra con un cucchiaio).
  6. Alzare il fuoco a 200 ° C e cuoci fino a quando lo sciroppo diventa denso o color caramello, circa 5 minuti.
  7. Spegni il fuoco e versa il latte di cocco nel centro della papaia.
  8. Lasciateli in forno fino a quando il latte si scalda, circa 5 minuti.
  9. Servire immediatamente, o refrigerare e servire freddo.
  10. Fai 4 porzioni.

 

Politica, economia e nutrizione nel Pacifico

Le isole dell’Oceano Pacifico godono di uno splendido scenario e di climi tropicali.

Tuttavia, le persone che vivono in queste nazioni insulari sono vulnerabili a condizioni meteorologiche catastrofiche, come i cicloni intensi, la siccità e, ancora più grave, il riscaldamento globale.

Mentre c’è ancora molto dibattito sul riscaldamento globale tra gli scienziati, potrebbero derivarne conseguenze gravi.

Le economie delle isole sono influenzate negativamente quando i litorali e gli edifici costieri sono danneggiati o distrutti dai cicloni.

Le colture falliscono e le catture di pesca diminuiscono durante i periodi di siccità.

Cicloni e siccità contribuiscono anche al deterioramento delle barriere coralline e alla diffusione di malattie come la malaria e la febbre dengue.