Ricette Italiane

Ricette Italiane

Posizione geografica e struttura ambientale in Italia

Situato nell’Europa meridionale, l’Italia è leggermente più grande dello stato dell’Arizona.

La maggior parte dell’Italia è montuosa e ospita il Vesuvio, l’unico vulcano attivo sulla terraferma europea.

Una fertile vallata circonda il fiume Po, il fiume più grande d’Italia.

Molte piante diverse prosperano nel suo ricco terreno.

L’Italia è circondata da acqua su tre lati e beneficia di una varietà di frutti di mare e vegetazione costiera.

 

Il clima varia a seconda dell’elevazione e della regione.

Le temperature più fredde possono essere trovate nelle regioni montuose, in particolare nelle alte vette delle Alpi, una catena montuosa nel nord-ovest.

Le temperature sono più calde nella valle del fiume Po, nelle pianure costiere e nelle isole italiane (Sicilia e Sardegna).

 

Anche le piante e gli animali variano a seconda dell’elevazione e della regione.

L’Italia ospita una grande varietà di alberi, tra cui conifere, faggi, querce e castagni nelle quote più elevate.

Sempreverdi, sughero, ginepro, alloro e palme sono diffusi in tutta la valle del Po e nelle isole italiane.

 

Storia e cibo degli Italiani

Dall’alto Medioevo (a partire dal 500 d.C.) fino alla fine del 1800, l’Italia era composta da repubbliche separate, ognuna con diverse usanze culinarie (di cucina).

Queste diverse pratiche culinarie, tramandate di generazione in generazione, hanno contribuito alla diversità della cucina italiana.

I paesi limitrofi tra cui Francia, Austria e Jugoslavia, contribuirono alle differenze nella cucina del paese.

L’Italia cambiò in molti modi quando l’economia prosperò dopo la seconda guerra mondiale (1939-45).

Durante questo periodo, l’agricoltura è stata modernizzata e sono state introdotte nuove tecnologie e sistemi di allevamento.

 

Diverse pratiche culinarie in tutte le regioni del paese hanno iniziato a essere combinate dopo che le persone hanno iniziato a migrare dalla campagna alle città.

Molti italiani meridionali hanno viaggiato verso nord in questo periodo, introducendo la pizza agli italiani del nord.

Quelli del nord hanno introdotto il risotto (un piatto di riso) e la polenta (un piatto semplice, a base di farina di mais) a sud.

I fast food, per lo più introdotti negli Stati Uniti, hanno portato più diversità culinaria in Italia. Tuttavia, l’orgoglio per la cultura della propria regione, o campanilismo, rimane mlto radicato in alcune regioni italiane.

 

Alimenti degli italiani

Sebbene gli italiani siano conosciuti in tutto il mondo per pizza, pasta e salsa di pomodoro, la dieta nazionale italiana è tradizionalmente molto diversa per regione.

Prima della miscelazione delle pratiche culinarie tra le diverse regioni, era possibile distinguere la cucina italiana semplicemente dal tipo di grasso utilizzato: il burro veniva usato nel nord, il grasso di maiale nel centro del paese e l’olio d’oliva nel sud.

Piatti pronti al nord erano riso e polenta, e la pasta era più popolare in tutto il sud.

Durante gli ultimi decenni del ventesimo secolo (anni ’80 e ’90), tuttavia, la pasta e la pizza (un altro cibo tradizionale del sud) divennero popolari nel nord Italia.

La pasta servita con formaggio e pomodoro è una delle specialità nazionali

 

Gli italiani sono noti per il loro uso di erbe in cucina, in particolare origano, basilico, timo, prezzemolo, rosmarino e salvia.

Il formaggio svolge anche un ruolo importante nella cucina italiana.

Esistono più di 400 tipi di formaggi prodotti in Italia, con parmigiano, mozzarella e asiago tra i più conosciuti al mondo.

Prosciutto crudo, l’ingrediente più popolare dell’antipasto italiano (primo piatto) è stato realizzato a Parma, una città che ha anche dato il nome al formaggio parmigiano.

 

Pasta e Fagioli

Ingredienti:

  • 5 tazze di acqua
  • 1 tazza di fagioli bianchi essiccati
  • 1 cipolla, tritata grossolanamente
  • 2 tazze di pomodori in stile italiano in scatola, con succo
  • 1 tazza di sedano e carote , tritato finemente e affettato
  • 3 spicchi d’aglio, tritato grossolanamente, o 1 cucchiaino di granuli d’aglio
  • 250 grammi di prosciutto affumicato, tritato
  • 3 foglie di alloro
  • ½ tazza di maccheroni (gusci, archi o gomiti), non cotti
  • Sale e pepe
  • ½ tazza di parmigiano , grattugiato, per guarnire

Procedura:

  1. Mettere acqua e fagioli in una casseruola.
  2. Portare a ebollizione a fuoco vivo per 3 minuti e togliere dal fuoco.
  3. Coprire e mettere da parte per 1 ora.
  4. Aggiungere la cipolla, i pomodori, il sedano, le carote, l’aglio, il prosciutto affumicato e le foglie di alloro.
  5. Mescolare bene e portare a ebollizione a fuoco alto.
  6. Ridurre a bollire, coprire e cuocere fino a quando i fagioli sono teneri (circa 1 ora e mezza). Mescolare frequentemente
  7. Aggiungere i maccheroni e mescolare bene. Coprire e continuare a cuocere a fuoco lento fino a quando il maccherone è tenero (circa 12 minuti).
  8. Togliere e gettare le foglie di alloro prima di servire.
  9. Servire una zuppa calda in singole ciotole con un contorno di parmigiano per far cospargere gli ospiti nella zuppa.
  10. Servire con pane croccante per immergervi nella zuppa.
  11. Servi in circa 6 porzioni.

 

Fettuccine

Ingredienti:

  • 1 tazza di burro o margarina a temperatura ambiente
  • ½ tazza di panna pesante
  • ½ tazza di parmigiano, pasta grattugiata di
  • 500 grammi di fettuccine (cuocere secondo le indicazioni sulla confezione)
  • Sale, pepe e noce moscata a piacere

Procedimento:

  1. Cuocere la pasta secondo le indicazioni sulla confezione.
  2. Scaldare una ciotola da portata nel forno fino alla temperatura più bassa fino al momento dell’uso.
  3. Mettere il burro o la margarina in una terrina e, usando un cucchiaio di legno, sbattere fino a renderlo leggero e spumoso.
  4. Aggiungere gradualmente la panna e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.
  5. Aggiungere il formaggio da cucchiaio, battendo bene dopo ogni aggiunta.
  6. Utilizzando i guanti da forno, rimuovere il recipiente riscaldato dal forno e posizionarlo su una superficie di lavoro a prova di calore.
  7. Mettere la pasta scolata e scotta nella ciotola tiepida e aggiungere la miscela di formaggio.
  8. Assicurati che tutta la pasta sia ricoperta con la salsa.
  9. Aggiungere sale, pepe e noce moscata a piacere e continuare a ricoprire la pasta.
  10. Servire molto caldo con un contorno di formaggio grattugiato.
  11. Il piatto si sposa bene con un’insalata verde con salsa italiana e pane caldo all’aglio.

 

Polenta

Ingredienti:

  • farina di mais macinata grossolanamente
  • 8 tazze di acqua
  • 1 cucchiaino di sale

Procedimento:

  1. Misurare l’acqua in una pentola capiente, aggiungere il sale e scaldare l’acqua.
  2. Aggiungere la farina di mais all’acqua bollente in un flusso molto lento, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno per evitare la formazione di grumi.
  3. Non lasciare che l’acqua cessi di bollire.
  4. Continuare a mescolare mentre la polenta (polenta) si addensa, per circa 30 minuti, aggiungendo piccole quantità di acqua bollente se necessario (più a lungo si mescola, migliore sarà la polenta, la polenta finita dovrebbe avere la consistenza di purè di patate).
  5. La polenta è fatta quando si stacca facilmente dai lati del vaso.

 

Saltimbocca alla Romana (cappesante con salvia e prosciutto)

Ingredienti:

  • 12 fettine di cappesante di vitello
  • 12 foglie di salvia fresca
  • 12 fette di prosciutto crudo
  • Farina per spolverare
  • 3 cucchiai di burro non salato
  • 3 cucchiai di olio d’oliva
  • 1 tazza di vino bianco
  • 750 grammi di spinaci appena conditi, conditi con sale e pepe

Procedura:

  1. Stendere la carne di vitello capesante e mettere una foglia di salvia e una fetta di prosciutto su ciascuna.
  2. Arrotolare e fissare con uno stuzzicadenti.
  3. Spolverare leggermente con farina.
  4. Riscaldare il burro e l’olio in una padella abbastanza grande da contenere tutti i rotoli in uno strato.
  5. Saltare, girando i rotoli con cautela, fino a quando diventa marrone.
  6. Sollevare la carne di vitello dalla padella e metterla da parte su un piatto caldo.
  7. Aggiungere il vino alla padella, aggiungere sale e pepe a piacere e cuocere per ridurre le dimensioni della metà.
  8. Disporre gli spinaci caldi su un piatto caldo, disporre la carne di vitello e coprire con la salsa di vino.

 

Cibo per celebrazioni religiose e vacanze

Ogni villaggio italiano celebra la propria festa patronale con una festa di paese e fuochi d’artificio.

Il piatto principale tradizionale per queste feste è il maialino arrosto.

Un popolare piatto pasquale in tutta Italia è l’agnellino, spesso servito con carciofi arrostiti.

 

Menù festa di Santa Lucia

  • Zuppa di minestrone
  • Osso bucco (stinco di vitello brasato) con carciofini al
  • limone Orzo (una pasta simile al riso)
  • Insalata di rucola con condimento di vinaigrette all’aglio e limone
  • Fichi maturi e fichi
  • Biscotti

 

Il panettone è il più noto di I tanti dolci natalizi in Italia.

Tutte le regioni comunque hanno i loro tradizionali dolci natalizi con ingredienti locali.

Nel nord, il burro è un ingrediente importante di questi dolci.

Le torte di Zelten, simili alla torta di frutta, sono riempite con uvetta, datteri, fichi, mandorle, pinoli, scorza d’arancia, rum e cannella, sono cotte due o tre settimane prima di Natale perché migliorano col tempo.

Lo strudel è popolare nella regione del Tirolo nel nord Italia.

Nel sud, le ricette di dessert sono più elaborate e usano l’olio d’oliva (invece del burro), un sacco di uova, frutta candita e miele.

Tra i più noti sono gli struffoli, cubetti fritti di pasta all’uovo ricoperti di miele e cosparsi di zucchero colorato, una specialità napoletana.

 

Pane pasquale italiano

Ingredienti:

  • 3 tazze di farina
  • ¼ tazza di zucchero
  • 1 pacchetto di lievito secco attivo
  • 1 cucchiaino di sale
  • ⅔ tazza di latte tiepido
  • 2 cucchiai di burro, ammorbidito
  • 7 uova
  • ½ tazza di frutta candita mista, tritato
  • ¼ tazza di mandorle, tritato
  • ½ cucchiaino di semi di anice
  • Olio vegetale

Procedura:

  1. In una ciotola unire 1 tazza di farina, zucchero, lievito e sale.
  2. Aggiungi latte e burro
  3. Aggiungere 2 uova e ½ tazza di farina
  4. Mescolare la frutta, i dadi e il seme dell’anice, mescolando bene.
  5. Incorporare abbastanza farina rimanente per formare una pasta morbida.
  6. Mettere su un bordo leggermente infarinato e impastare fino a liscio, da 6 a 8 minuti.
  7. Mettere in una ciotola unta; svolta una volta.
  8. Coprire e lasciare lievitare in un luogo caldo fino al raddoppio, circa 1 ora.
  9. Se lo si desidera, tingere le uova rimanenti (lasciare le uova non cotte); strofinare leggermente con olio.
  10. Con un pugno intinto nella farina, pestare la pasta.
  11. Dividere a metà e arrotolare ogni pezzo in una corda.
  12. Intrecciare liberamente le corde insieme; posizionare sulla teglia e formare un anello.
  13. Pizzica le estremità insieme.
  14. Separare delicatamente le corde e infilare le uova nelle aperture.
  15. Coprire e lasciare lievitare fino al raddoppio, circa 30 minuti.
  16. Preriscaldare il forno a 180°C.
  17. Cuocere per 30 a 35 minuti, o fino a doratura.
  18. Togliere dalla padella e lasciar raffreddare su una gratella.
  19. Servi circa 6 porzioni.

 

Panettone

Ingredienti:

  • 4 cucchiai di lievito
  • 2 tazze di acqua tiepida
  • 250 grammi di burro, sciolto
  • 4 cucchiaini di sale
  • 1 tazza di zucchero
  • 4 uova, sbattute
  • 6 tuorli d’uovo, sbattuto (scartare albumi d’uovo o conservarlo per un altro uso)
  • 10 tazze farina
  • 2 tazze di cedro, affettato fine
  • 2 tazze di uvetta, senza semi

Procedura:

  1. Sciogliere il lievito nell’acqua. Mescolare burro, zucchero, sale, uova e tuorli.
  2. Mescola circa 10 tazze di farina nella miscela di burro e lievito fino a quando non si sarà mescolata.
  3. Spargere un po ‘di farina su una tavola.
  4. Trasforma l’impasto sulla scacchiera e impasta per 8-10 minuti.
  5. Quando l’impasto è morbido e liscio, impastare il cedro e l’uva passa.
  6. Mettere l’impasto in una teglia rotonda unta e spennellare con burro fuso.
  7. Coprire e lasciare lievitare fino a quando l’impasto è raddoppiato alla rinfusa (circa 1 ora).
  8. Preriscaldare il forno a 220 ° C.
  9. Usando un coltello affilato, taglia una croce profonda nella parte superiore del pane.
  10. Cuocere per circa 8 minuti o fino a quando la parte superiore inizia a diventare marrone.
  11. Abbassare il calore a 170°C e cuocere ancora per 1 ora
  12. Servi circa in 10 fette.

 

Biscotti

Ingredienti:

  • 6 uova
  • 1 tazza di zucchero
  • ½ tazza di burro, sciolto
  • ½ tazza di olio vegetale
  • 3 tazze di farina
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere
  • 4 cucchiaini di estratto di vaniglia o di mandorla

Procedimento:

  1. Preriscaldare il forno a 180 ° C.
  2. Sbattere le uova.
  3. Aggiungere lo zucchero e battere fino a quando denso e dorato.
  4. Aggiungere burro fuso e olio e sbattere bene.
  5. Aggiungere l’estratto di vaniglia o di mandorle e mescolare bene.
  6. Aggiungere la farina e il lievito e battere fino a formare un impasto denso.
  7. Trasforma l’impasto in padella da 13 pollici non ingrassato da 13 pollici.
  8. Cuocere a 180° C. per 15-20 minuti.
  9. Togliere dal forno e tagliare in tre strisce.
  10. Tagliare ciascuna striscia a fette: larga circa 3 cm
  11. Mettere le fette su una teglia e girali continuamente
  12. I biscotti dovrebbero essere croccanti
  13. Fai circa 24 biscotti.

 

Tradizioni durante i pasti in Italia

Gli italiani generalmente mangiano tre pasti al giorno.

Gli adulti mangiano una colazione leggera (la prima colazione), fermandosi spesso in una caffetteria mentre vanno al lavoro per un caffellatte (caffè con latte) o cappuccino e croissant.

Il pranzo e la cena sono pasti simili.

Sono costituiti da un antipasto (un antipasto a base di carni fredde), pasta o un piatto di riso (a seconda della regione) come il risotto, una portata principale di carne o pesce, un’insalata, formaggio e frutta.

Il pranzo (la seconda colazione) è il pasto principale della giornata per molti italiani ed è consumato tra mezzogiorno e le 14.00.

 

Sia che si mangi in casa o in un ristorante, gli italiani prendono il cibo sul serio.

Preferiscono cenare in modo rilassato, assaporando i loro pasti con una bottiglia di vino e conversazione.

Il vino e il pane sono sempre serviti durante i pasti principali.

Anche ai bambini viene spesso concesso un assaggio di vino.

Nell’Italia meridionale, dove le persone fanno una lunga pausa durante la parte più calda della giornata, la cena viene servita più tardi che a nord, spesso dopo le 21.30

 

Oltre ai pasti principali, gli italiani hanno due tradizionali merende .

Spuntini (spuntini di metà mattina) e merende a metà pomeriggio.

Entrambi di solito corrispondono a croissant,snack o tramezzini.

Alcuni tipici accompagnamenti agli antipasti sono la bruschetta (di solito una lunga fetta di pane, tagliata a fette e condita con condimenti), la facaccia (pizza bianca) e i crostini (fette di polenta fritte).

Originariamente questi spuntini persero popolarità dopo la seconda guerra mondiale.

Tuttavia, l’accresciuto interesse per i piatti tradizionali e il consumo di pasti sani e leggeri ha aiutato questi snack a diventare di nuovo popolari, esportandoli negli Stati Uniti.

 

Frittata

Ingredienti:

  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di prezzemolo a foglia piatta, tritato finemente
  • 1 zucchina piccola (conosciuta come zucchine in tutta Europa), tagliata a fettine sottili
  • 1 Cucchiaio di olio d’oliva
  • Sale e pepe

Procedimento:

  1. Mettete le uova e il prezzemolo in una ciotola e sbattete bene.
  2. Scaldare l’olio in una padella a fuoco medio.
  3. Agitare l’olio intorno in padella per ricoprire il fondo.
  4. Aggiungi la miscela di uova.
  5. Disporre le fette di zucchine in un unico strato sopra le uova.
  6. Cuocere per 3 o 4 minuti.
  7. Tieni un coperchio sulla padella e capovolgi la padella, lanciando la frittata sul coperchio.
  8. Fai scivolare con cautela la frittata nella padella, cucinata sul lato.
  9. Cuocere l’altro lato fino a quando non è stabile, circa altri 2 minuti.
  10. Aggiungere sale e pepe a piacere.
  11. Tagliare in 4 o 6 fette.
  12. Servire caldo o a temperatura ambiente da 4 a 6 porzioni.

 

Bruschetta (pane all’aglio tostato)

Ingredienti:

  • 6 fette di pane bianco croccante
  • 2 spicchi d’aglio, schiacciato leggermente
  • ¼ tazza di olio extravergine d’oliva
  • sale

Procedimento:

  • Grill o cuocere il pane su ciascun lato.
  • Strofinare ogni fetta con uno spicchio d’aglio schiacciato, lasciando che i succhi affondino nel pane.Cospargere di olio d’oliva e sale sul pane.
  • Servire caldo, se possibile.

 

Cannoli

Ingredienti:

  • 18 gusci di cannolo già pronti
  • 2 cucchiai di ricotta
  • 2 tazze di zucchero in polvere
  • ¼ di tazza di arancia candita e cedro,
  • ¼ di tazza di cioccolato semidolci semidolci
  • tritati ⅓ tazza di pistacchi, tagliati a metà

Procedimento:

  1. Mescolare la ricotta con lo zucchero a velo fino a farlo non è più granuloso.
  2. Miscela di frutta candita e cioccolato.
  3. Sbatti fino a quando il composto è molto cremoso.
  4. Mettere il ripieno in un tubo da pasticceria largo e non riempito e riempire i gusci. (Può essere usato anche un cucchiaio).
  5. Posizionare i dadi tagliati su una superficie piana e immergere leggermente entrambe le estremità dei cannoli nei dadi per decorare.
  6. Servire immediatamente

 

Politica, economia e nutrizione in Italia

L’Unione Europea in Italia controlla gran parte dell’agricoltura del paese.

Controlla quanto grano può essere prodotto, per esempio, e quanto grano può essere importato.

Il governo non ha avuto successo nelle riforme per aumentare la produzione agricola.

L’Italia importa circa la metà della sua carne.

Il suo pescato è buono, ma sempre a causa delle restrizioni, gran parte del pesce che sì trova nei supermercati viene imortato.