Posizione geografica e struttura ambientale in Ungheria

L’Ungheria è un paese senza sbocco sul mare nel mezzo dell’Europa.

È un po ‘più piccolo dell’Indiana, ed è una terra con terreno fertile.

Gli agricoltori ungheresi coltivano abbastanza grano, mais, segale, patate e alcuni frutti per nutrire la sua popolazione.

Anche se molti allevatori ungheresi allevano bestiame, la qualità degli animali che allevano (e la carne che producono) è inferiore al fabbisogno nazionale.

 

Una delle maggiori sfide per l’Ungheria è la conservazione del suo ambiente.

L’Ungheria ha enormi problemi con l’inquinamento atmosferico e idrico, ma il governo non ha abbastanza denaro o tecnologia per minimizzare l’inquinamento delle fabbriche.

I principali fiumi dell’Ungheria sono il Danubio e il Tibisco e il lago più grande è Balaton. Tutti e tre forniscono buone zone di pesca per i pescatori sportivi e commerciali dell’Ungheria.

 

Storia e cibo dell’Ungheria

I primi abitanti a vivere nell’attuale Ungheria furono i nomadi chiamati Magiari, che arrivarono intorno all’800.

Il piatto nazionale dell’Ungheria, uno stufato di carne chiamato gulasch, può essere ricondotto alle abitudini alimentari dei Magiari.

Viaggiarono con cubetti di carne essiccata cotti con cipolle e l’acqua poteva essere aggiunta per fare uno stufato.

 

Il regno di re Mattia (1458-90) fu un punto alto nella storia ungherese, sia per la cultura che per il cibo.

Attraverso la moglie italiana, la regina Beatrice, il re Matthias portò la cucina italiana in Ungheria.

Durante questo periodo, la cucina è stata trasformata in un’arte raffinata.

 

Quando i Turchi invasero l’Ungheria nel sedicesimo secolo, portarono con sé i loro costumi da cucina.

Questi includevano l’uso della paprica speziata e una sfoglia sottile chiamata filo (o pasta fillo) e il caffè turco.

Hanno anche insegnato agli ungheresi come cucinare peperoni ripieni e melanzane.

La monarchia austriaca asburgica ottenne il controllo sull’Ungheria dal diciassettesimo secolo all’inizio del XX secolo.

Sotto il dominio austriaco, stili di cucina tedeschi e austriaci influenzarono le abitudini alimentari ungheresi.

Durante questo periodo, l’Ungheria divenne famosa per i suoi dolci e pasticcini.

 

Gli alimenti degli Ungheresi

L’ingrediente più conosciuto nel cibo ungherese è la spezia in polvere rossa chiamata paprika.

È usato per insaporire molti piatti.

Altri alimenti base della cucina ungherese includono cipolle, cavoli, patate, noodles e semi di cumino.

Sia la panna che la panna acida sono utilizzate pesantemente nel cibo ungherese.

Gli gnocchi (pasta avvolta intorno a diversi tipi di ripieno) sono molto apprezzati come i cavoli o i peperoni verdi ripieni di carne e riso.

Un altro favorito è il pancake chiamato un palacsinta.

È spesso arrotolato o avvolto in diversi tipi di ripieno.

 

Gli ungheresi mangiano molta carne, principalmente carne di maiale o manzo.

Molti piatti di carne sono immersi nel pane e poi cotti al forno o fritti.

Sono preparati anche diversi tipi di salsicce.

Il piatto nazionale ungherese è lo stufato di carne.

Le persone al di fuori della Nazione lo chiamano “gulasch”, ma gli ungheresi hanno molti nomi diversi, tra cui pörkölt e tokány.

Il piatto che chiamano gulasch o gulyás è in realtà una zuppa a base di carne e paprika.

 

La paprika è anche un ingrediente chiave in un altro piatto nazionale:una zuppa di pesce chiamata halaszle.

Gli ungheresi sono conosciuti in tutto il mondo per i loro eleganti pasticcini e torte. L’impasto di pasta sfoglia, chiamato filo o phyllo, fu portato in Ungheria dai turchi nel diciassettesimo secolo.

Invece del miele e dei dadi usati nella pasticceria turca, gli ungheresi riempivano la pasta di fillo con i loro ingredienti per fare un dessert conosciuto come strudel.

I ripieni di strudel comprendono mele, ciliegie e semi di papavero.

L’Ungheria è conosciuta per i suoi vini, in particolare i vini dolci della regione Tokay.

 

Pörkölt (stufato nazionale ungherese)

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Scaldare l’olio d’oliva e il burro in una pentola capiente.
  2. Aggiungere le cipolle e la carne di manzo e cuocere fino a quando la carne viene rosolata su tutti i lati e le cipolle si ammorbidiscono.
  3. Aggiungere gli altri ingredienti, eccetto la panna acida e mescolare delicatamente con un cucchiaio di legno.
  4. Riscaldare fino a quando il liquido inizia a bolle.
  5. Ridurre il calore al minimo, coprire e cuocere a fuoco lento 1½ a 2 ore.
  6. Mescolare con panna acida e cuocere a fuoco lento per circa 15 minuti.
  7. Servire con pane croccante.
  8. Fare 6 porzioni.

 

Gulyás (goulash ungherese)

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Scaldare l’olio nella padella o nel forno olandese a fuoco medio, aggiungere il manzo e cuocere, mescolando continuamente, fino a quando sarà marrone (circa 5 minuti).
  2. Ridurre il fuoco a medio, aggiungere cipolle e aglio, e cuocere per altri 5 minuti fino a quando le cipolle sono morbide. Mescolare frequentemente
  3. Aggiungere acqua, brodo di carne, pomodori, paprika, semi di cumino e foglie di alloro, ridurre a bollire, coprire e cuocere per 1 ora.
  4. Aggiungere patate, carote, peperoni verdi e sale e pepe a piacere.
  5. Mescolare bene, coprire e cuocere a fuoco lento per circa 20 minuti in più o fino a quando le verdure sono tenere.
  6. Prima di servire, rimuovere le foglie di alloro e scartare.
  7. Servire in ciotole individuali con pezzi di pane croccante per inzuppare. Sono necessari una forchetta e un cucchiaio per mangiare gulyás.
  8. Servi da 6 a 8 porzioni.

 

pollo alla paprika

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Fate rosolare gli anelli di cipolla nel burro in una casseruola media o in un forno olandese finché non potete vedere attraverso di essi.
  2. Togliere dal fuoco e aggiungere paprika, pollo, metà del peperone verde e metà del pomodoro.
  3. Coprire bene con un coperchio e far sobbollire lentamente per 1 ora e mezza.
  4. A volte capovolgi i pezzi in modo che possano cuocere in modo uniforme.
  5. Se necessario, aggiungere piccole quantità di acqua.
  6. Se vengono utilizzati funghi, aggiungere durante gli ultimi 15 minuti di cottura.
  7. Quando la carne è tenera, trasferirla in una teglia da forno.
  8. Fai il sugo di pan, scolando la cipolla dalla padella e aggiungendo un po ‘d’acqua.
  9. Versare il pollo
  10. Guarnire con restante pepe verde e pomodoro.
  11. Coprire con un foglio e tenere caldo nel forno a bassa temperatura fino al momento di servire.
  12. La panna acida può essere aggiunta al sugo.
  13. Servi per 4 persone.

 

Peperoni ripieni

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Cuocere il riso in 5 cucchiai d’acqua per 10 minuti.
  2. Tagliare la parte superiore dei peperoni sul gambo e raccogliere i semi.
  3. Rosolare la cipolla nel burro fino a renderla trasparente.
  4. Togliere dalla padella e mescolare con carne, riso, uova, sale e pepe.
  5. Riempire i peperoni verdi con la miscela di carne.
  6. Portare a ebollizione la salsa di pomodoro, aggiungere i peperoni e cuocere a fuoco lento per 1 ora o fino a quando i peperoni sono teneri.
  7. Servi in 6 porzioni.

 

Cotolette di maiale con patate

Ingredienti:

Procedura:

  1. Sbucciare le patate e tagliarli a fette molto sottili.
  2. Coprili con acqua fredda e mettili da parte fino al momento dell’uso.
  3. Tamponare le cotolette e cospargerle di sale, pepe e farina.
  4. Eliminare l’eccesso, farli dorare rapidamente in olio bollente in una pentola grande abbastanza da contenere loro e le patate.
  5. Dopo aver rosolato, togliere le cotolette e metterle da parte.
  6. Fai saltare le fette di cipolla nella padella finché non si afflosciano.
  7. Usando un mestolo o una spatola, rimuovere le cipolle dalla padella e metterle da parte con le cotolette.
  8. Versare ½ tazza d’acqua nella padella, sciogliere i succhi di padella con un cucchiaio di legno, quindi aggiungere 1 cucchiaino di sale, la paprika e i semi di cumino.
  9. Restituire la carne e le cipolle alla padella.
  10. Aggiungere l’aglio, il peperone verde e i pomodori più acqua a sufficienza per coprire solo la carne.
  11. Coprire e cuocere a fuoco lento per 10 minuti.
  12. Aggiungere le patate, 1 altro cucchiaino di sale e acqua a sufficienza da coprire.
  13. Cuocere a fuoco lento per circa 25 minuti o fino a quando le patate non saranno finite.
  14. Tira fuori l’aglio, togli il grasso dalla salsa e aggiungi altro sale se necessario.
  15. Servi da 6 a 8 porzioni.

 

Cibo per celebrazioni religiose e vacanze in Ungheria

Natale e Capodanno vengono spesso celebrati con un tacchino arrosto o maiale arrosto.

Il tacchino è solitamente farcito con condimento di castagne.

Mangiare maiale arrosto a Capodanno dovrebbe portare fortuna.

Alla vigilia di Capodanno, viene servito una pietanza piccante chiamato Krambambuli.

È composto da frutta tritata, scorza d’arancia candita, noci, zucchero, rum e brandy, a cui vengono aggiunti ancora più ingredienti.

 

biscotti al burro ungherese

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Mescolare la farina, il lievito, lo zucchero e il sale in una grande ciotola.
  2. Aggiungere il burro o la margarina e, usando le mani pulite, frullare finché il composto non assomiglia al pasto grosso.
  3. Aggiungere l’uovo e la panna acida e mescolare fino a quando l’impasto resta insieme.
  4. Coprire e conservare in frigorifero per circa 2 ore.
  5. Preriscaldare il forno a 180 ° C.
  6. Pizzicare pezzi di pasta a forma di uovo e formare delle palline.
  7. Disporre su un foglio di biscotti imburrato o antiaderente a circa 5 cm di distanza.
  8. Crea un disegno a campitura incrociata premendo il retro dei denti delle forche sopra ogni biscotto.
  9. Cuocere in forno per circa 20 minuti o fino a doratura pallida.
  10. Continua a cuocere in lotti.
  11. Fa da 2 a 3 dozzine di biscotti.

 

Prosciutto e agnello sono famosi piatti pasquali.

Il prosciutto di Pasqua, bollito insieme alle uova di Pasqua, viene servito affumicato, speziato o in salamoia.

L’Agnello può essere servito come costolette,cotolette o essere cotto in uno stufato con paprika.

Per dessert sono serviti pasticcini cosparsi di semi di papavero o di noci e chiamati torte a ferro di cavallo.

Il pollo impanato è tradizionalmente mangiato il lunedì dopo la Pasqua.

Il pollo viene spesso consumato di domenica.

 

Bacche di mandorle

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Mettere albume, noci e zucchero a bagnomaria e riscalda, mescolando continuamente, fino a quando gli ingredienti sono caldi e sciolti insieme.
  2. Togliere dal fuoco e mescolare la farina, la vaniglia, la scorza di limone e l’estratto di mandorle.
  3. Impostare il lato finché la miscela non si raffredda e si addensa.
  4. Ungere due o tre fogli di cottura e cospargerli con carta cerata. Ungere leggermente la carta oleata.
  5. Bagnate le mani e modellate la pasta in palline; arrotolare le mandorle a scaglie
  6. Metti i biscotti diversi centimetri sui fogli di cottura.
  7. Lascia riposare per diverse ore.
  8. Preriscaldare il forno a 120 ° C
  9. Ridurre il calore a 100°C e cuocere per 30 minuti, o fino a quando facilmente rimosso dalla carta oleata.

 

Tradizioni durante i pasti in Ungheria

La maggior parte delle persone che vivono in campagna consumano una ricca colazione. Può consistere in uova, prosciutto o salsiccia, formaggio, peperoni verdi e pomodori e panini e burro.

Gli adulti bevono tè o caffè mentre i bambini bevono latte o cacao.

In città, alcune persone mangiano una colazione leggera composta da una bevanda e panini con miele o marmellata.

 

Menu per la cena di domenica

 

Il pranzo, consumato tra mezzogiorno e le 14:30, è il pasto principale della giornata.

Zuppa, verdure e dessert di solito accompagnano un piatto di carne principale.

Una cena leggera viene consumata di sera, tra le 5:30 e le 20:00.

Di solito questo è un pasto di un solo pasto, composto da zuppa, un piatto di verdure o un “piatto freddo ungherese”.

Cioè è un piatto di salumi, formaggi, verdure e uova sode.

Può essere consumato per cena, per uno spuntino o anche per la colazione.

 

Gli ungheresi mangiano l’insalata come contorno con la parte principale del pasto, non prima o dopo.

La maggior parte dei piatti ungheresi finiscono con qualcosa di dolce, come pasta dolce, pancake, gnocchi o un dessert come strudel o torta.

Oltre alla carne fredda, gli snack più famosi includono gnocchi, piatti di pasta e prodotti da forno come lángos o pasta fritta.

 

Prima di ogni pasto, gli ungheresi augurano ai loro amici o parenti un buon appetito, dicendo Jó évvágyat kivánok (YO ATE-vah-dyat KEE-vah-nok).

Alla fine di un pasto, esprimono grazie al loro ospite, cameriere o cuoco, dicendo Köszönöm (KOH-soh-nohm).

La persona soggetta del ringraziamento  risponde, Váljék kedves egészségére (VAH-lyake KEHD-vesh EH-gase-shay-reh) che significa “Ti auguro una buona salute”.

La musica viene comunemente suonata nei ristoranti ungheresi.

 

Piatto freddo ungherese

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Disporre tutti gli ingredienti su un piatto grande e servire con panini e burro.

 

Piccoli gnocchi

Ingredienti:

Procedimento:

  1. In una ciotola media, panna 1 cucchiaio di burro e mescolare in uovo, latte e 1 cucchiaino di sale .
  2. Aggiungere la farina, un po ‘per volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta, fino a quando la miscela è la consistenza della pasta per biscotti.
  3. Se l’impasto è troppo rigido, aggiungere 2 cucchiai di latte o acqua.
  4. In un bollitore, portare ad ebollizione dell’acqua e 1 cucchiaino di sale a fuoco medio-alto.
  5. Immergere un cucchiaino in acqua calda, raccogliere piccoli pezzi di impasto (circa 1/4 di cucchiaino ciascuno) e immergere con cura nell’acqua bollente.
  6. Immergere nuovamente il cucchiaio nell’acqua calda se l’impasto inizia ad attaccarsi.
  7. Fai bollire gli gnocchi 2 o 3 minuti o finché non salgono in superficie.
  8. Scolare in un colino.
  9. Sciogliere 1 cucchiaio di burro in una casseruola media.
  10. Aggiungere gli gnocchi e mescolare delicatamente fino a che non siano ben coperti.
  11. Servire immediatamente
  12. Servi per 4 persone.

 

Noodle Pudding

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Ungere leggermente una teglia da forno a rettangolo con un po ‘di burro e cospargere il fondo e i lati con le briciole di pane, scuotendone l’eccesso.
  2. Cuocere gli spaghetti secondo le indicazioni sulla confezione, scolarli e saltarli con il resto del burro.
  3. Sbattere lo zucchero e i tuorli e aggiungere la scorza di limone.
  4. Mescola la panna acida, poi l’uvetta e le noci se lo desideri.
  5. Aggiungere gli spaghetti e girarli con cura in modo che siano tutti rivestiti.
  6. Preriscaldare il forno a 180 ° C.
  7. Montare gli albumi a neve e ripiegarli negli spaghetti.
  8. Versali nella teglia.
  9. Se vuoi aggiungere un inceppamento, versa solo metà degli spaghetti, spalma il livello con l’inceppamento, quindi versa il resto sopra.
  10. Cuocere per 30 minuti o fino a quando il pudding è impostato e la parte superiore è dorata.
  11. Spolvera con lo zucchero dei confettieri e servi caldo dalla casseruola.

 

Zuppa di cetrioli estivi

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Scaldare il burro in una padella a fuoco medio e soffriggere leggermente lo scalogno, i porri e il prezzemolo. Non lasciarli scurire.
  2. Porta i cetrioli e le patate a ebollizione nel brodo.
  3. Abbassare il fuoco, salare, pepare e cuocere a fuoco lento per 30 minuti.
  4. Mescolare la miscela di porri e togliere dal fuoco.
  5. In un frullatore o in un robot da cucina, trasformare la zuppa in una purea grossolana (poltiglia o pasta).
  6. Ritorna alla pentola e fai sobbollire per 10 minuti.
  7. Mettere in una zuppiera o in una ciotola coperta e conservare in frigorifero per tutta la notte o fino a quando non si raffredda.
  8. Mescolare lo yogurt e guarnire con paprika e aneto.
  9. Servi in 8 porzioni.

 

Politica, economia e nutrizione in Ungheria

Quasi tutti gli ungheresi ricevono un’alimentazione adeguata.

C’è poca scarsità di cibo e, tranne che per gli anni occasionali in cui non c’è abbastanza pioggia, le fattorie ungheresi producono abbastanza cibo per nutrire la popolazione.